Azienda

La cultura del vino dal 1927

In un chicco d’uva c’è un anno

«Un chicco d’uva è il simbolo vivente di un percorso: ha in sé un ritmo, una danza, lo spazio di un paesaggio. È un dato reale, un elemento della natura che rappresenta e annuncia qualche altra cosa, anch’essa reale e storica, un significato che lega il passato, il presente e il futuro, che genera altro rimanendo se stesso. Vive qui la dialettica del tempo, la sua forza produttiva, il valore di un lavoro. […] anche una forma elementare, come una pianta, o un acino d’uva, coglie l’universo nella rete del tempo, induce l’immaginazione a entrare in una nuova poetica, a guardare un paese fertile.»

Matilde Marzotto Caotorta (curatrice), Nel paesaggio – Dialogo tra Remo Salvadori e Elio Franzini, Corraini Edizioni, 2013, 11 p.

Coltivazione biologica certificata, rispetto della tradizione e dell’esperienza del passato: sono questi i valori della Tenuta di Freddano, che si estende per 22 ettari sui colli che si affacciano sul Lago di Corbara, a 15 chilometri da Orvieto, dove si producono vino e olio di qualità.
Un’antica cultura che dal 1927 viaggia attraverso il tempo, le tradizioni e le esperienze di vita, approdando al biologico come naturale evoluzione di un percorso incentrato sull’offerta di prodotti nati dal rispetto per l’ambiente.